20enne drogata allatta il figlio di soli 7 mesi, il piccolo va in overdose

0
47

l latte materno è l’alimento migliore che esista non però se la mamma assume droghe, anche solo occasionalmente. Come nel caso di Alyssa Murch, 20 anni appena compiuti.

 E’ stata arrestata dopo che il figlio di sette mesi è stato trovato privo di sensi per aver ingerito una grande quantità di droga durante l’allattamento. Una dipendenza letale che avrebbe potuto uccidere una vittima innocente.

Il centro medico Northern Light Eastern Maine a Bangor, nel Maine, Stati Uniti, ha trovato il bambino affetto da overdose. “A sette mesi, non ci sono molti modi in cui può succedere, e l’inchiesta alla fine ha rivelato che è stato assunta attraverso il latte materno”, ha detto al canale Fox 22 il sergente della polizia, Wade Betters .

Il bambino è salvo per miracolo grazie al tempestivo intervento degli agenti e dei soccorsi.
Anche se l’indagine della polizia si è conclusa lunedì “con l’accusa di sovradosaggio di droga, determinato dal latte materno”, un medico del Northern Light Medical Center ritiene che il bambino possa aver ingerito anche dei farmaci. “Non esiste un antidoto per un bambino che è in sovradosaggio – spiegano dall’ospedale – quindi i medici generalmente lo trattano solo con cure di supporto e lo aiutano a trovare un ambiente sicuro finché la sostanza non lascia il loro sistema in modo naturale”. La donna è accusata di aver messo in pericolo di vita il bambino e ora comparirà sul banco degli imputati il prossimo 20 febbraio.