Bari & Dintorni

Ragazzo di 16 anni muore per droga, il padre con gli spacciatori si vendica così

Rob Bridge ha deciso di vendicarsi con gli autori della morte del figlio di 16 anni. Il figlio è morto ucciso dalla droga come tanti ragazzi al giorno d’oggi.

Il padre ha voluto vendicarsi, per farlo ha dovuto percorre migliaia e migliaia di chilometri. L’uomo è nato in Australia e ha deciso di fare l’infiltrato nel mondo della droga per il canale tv australiano, Channel Nine.

 Rob Bridge si è infiltrato nel mondo degli spacciatori della sua città e ha scoperto che la droga in Australia arriva dalla Cina.

In estremo oriente ci sono i signori della droga che comandano lo spaccio di droga in tutto il nuovo continente.

Così con una telecamera nascosta ha documentato tutto. Andando fino in Cina e riprendendo il volto dei boss cinesi.

Bob ha fatto tutto questo, fingendosi uno spacciatore e rischiando grosso, per vendicare la morte del figlio e tentare di salvare la vita di tantissimi giovani.

Le immagini sono state girate agli investigatori che non hanno avuto molta difficoltà a identificare i mandanti dell’omicidio del figlio di Rob ora si attende che anche la polizia cinese faccia il suo compito.