Il barbiere non può andare a casa del giudice e il giudice lo fa arrestare

0
2223

Un magistrato aveva contattato un barbiere, il suo di fiducia, perché andasse accasa sua a fargli barba e capelli.

Il barbiere, però in quel momento aveva il negozio pieno di clienti e ha dovuto dirgli di no.

E allora il giudice ha ordinato che venisse arrestato. Questa vicenda è accaduta in Afghanistan e il giudice che si chiama Daud Bakhtiyari non ci ha pensato due volte a far arrestare il suo barbiere di fiducia, Ayed Ahmed.

Il magistrato quando ha saputo che il barbiere si era rifiutato di eseguire il suo ordine, ha chiamato il capo della polizia e gli detto che avrebbe dovuto arrestare il barbiere per un reato ben preciso:  «oltraggio alla Corte».

Il capo della polizia ha spiegato così: «Quando un giudice ordina un arresto  per noi polizia non c’é altra via d’uscita che eseguirlo».