Bari & Dintorni

Chiude la sua impresa rimane senza lavoro e decide di mettere in vendita il figlio di sei anni “per dare una vita dignitosa alla moglie e alla figlie”

Un uomo è rimasto senza lavoro dopo aver dovuto chiudere la sua ditta individuale per i troppi debiti accumulati.

L’uomo, come racconta il quotidiano saudita al Sharq, è rimasto senza più un centesimo e così ha deciso di mettere in vendita suo figlio di sei anni su Facebook.

L’uomo ha detto alle forze dell’ordine che la sua decisione è stata molto sofferta e che è stato obbligato a farlo per cercare di garantire una vita dignitosa alla moglie e alle figlie. Il fatto è successo in Arabia Saudita e ha destato molto scalpore nell’opinione pubblica. 

L’uomo ha messo in vendita suo figlio sul suo profilo Facebook commentando così:  “Ho deciso di vendere mio figlio per dare una vita dignitosa a sua madre e alle sue sorelle in cambio di questa vita di povertà e desolazione nella quale viviamo attualmente”. 

L’uomo ha anche detto di aver cercato invano un nuovo lavoro e di essere disposto a tutto pur di non vendere il proprio figlio ma si vede costretto a farlo. Negli ultimi mesi per mangiare era costretto a chiedere aiuto ai suoi famigliari e ai suoi amici.

Le forze dell’ordine hanno fermato l’uomo e hanno affidato il piccolo ai servizi sociali.