Muore in casa per un infarto improvviso lasciando il rubinetto dell’acqua aperto per tre settimane, riceve una multa da 600 euro

0
6373

Un uomo è morto nella sua casa in Ontario negli Stati Uniti d’America per un improvviso infarto. Nel momento in cui l’uomo è stato colpito da un infarto stava sciacquando un bicchiere.

Morendo improvvisamente, l’uomo ha lasciato il rubinetto dell’acqua aperto. Per tre settimane l’acqua ha continuato a fuoriuscire dal rubinetto perché nessuno se n’era accorto della morte dell’uomo che viveva in una villa isolata nell’Ontario.

Dopo quasi 20 giorni la figlia era andata a trovare il padre trovandolo disteso nel letto morto. Il comune di Port Olborne in Ontario, dove abitava l’uomo morto d’infarto, ha deciso di multare i suoi famigliari per l’enorme spreco d’acqua avvenuto.

Una multa salata di oltre 600 euro  che la figlia del pover’uomo ha dovuto pagare. Il comune, anche dopo  aver saputo la causa dell’enorme consumo dell’acqua ha deciso comunque di far pagare la multa alla famiglia senza alcun tipo di sconto e dilazione.

Il direttore dei servizi della comunità ha detto che annullare la multa sarebbe un atto irrispettoso nei confronti degli altri contribuenti che pagano regolarmente l’acqua in città.

La figlia si è detta sconcertata per la decisione del Comune e della poca solidarietà dimostrata.