Bari & Dintorni

Lo bullizzano perché ha una maglietta disegnata a mano, e accade una cosa meravigliosa

Un bambino che frequentava le scuole elementari adorava l’università del Tenneesee e così si è disegnato a mano sulla sua maglietta il logo di quella università.

Il bambino durante il giorno del “College Colors Day“, poiché  non possedeva la maglietta di quella università ha disegnato a mani il nome dell’università. Quando è andato a scuola vestito con quella maglietta gli amici lo hanno preso tanto in giro e la sua maestra, Laura Snyder, ha raccontato tutta la storia su face book. Raccontando di come il bambino fosse rimasto male per la reazione degli altri bambini che avevano preso in giro qualcosa che per lui era estremamente importante.

Questa storia è arrivata alle orecchie di quella università che ha deciso di dare importanza a quel bambino che di importanza ne aveva dato a loro anche a costo di farsi bullizzare. E così, prima ha spedito un pacco pieno di gadget a tutti i bambini della scuola elementare e poi ha adottato il logo disegnato dal bambino facendolo diventare il loro logo ufficiale.

E poi hanno scritto così sui social :  “Condividi l’orgoglio di uno studente elementare della Florida indossando il suo disegno anche sulla tua maglietta!”

Queste magliette sono state poi vendute e il ricavato è stato devoluto in beneficenza.

L’insegnante  del piccolo ha raccontato così:  “Quando gli ho detto che il suo disegno era stato trasformato in una vera maglietta e che la gente voleva indossarlo, è rimasto a bocca aperta. Aveva un sorriso enorme, camminava a testa alta, sicuro”

La mamma invece ha detto: “Sono sopraffatta dall’amore che ricevo da questa estesa comunità e dall’orgoglio che provo per mio figlio. Non dimenticherò mai, e spero gli resti come ispirazione per tutta la vita”