Bari & Dintorni

Luigi Di Maio dopo il decreto sui Riders, dice basta ai negozi sempre aperti per la maggior tutela dei lavoratori grande distribuzione

Il capo politico del M5S ha chiesto, che il governo dopo aver approvato il decreto Dignità e il decreto Riders, si occupi della grande distribuzione.

In particolare il governo si deve occupare di salvaguardare gli operai della grande distribuzione che lavorano per 12 ore al giorno e 7 giorni su 7.

La chiusura domenicale dei negozi è stata da sempre una delle battaglie principali del Movimento 5 Stelle.

Per Di Maio è arrivato il momento di regolare l’apertura dei grossi centri commerciali e in particolare regolarizzare le chiusure domenicali.

Il ministro degli Esteri su Facebook ha voluto rendere noto che da oggi i riders “Hanno le stesse tutele di un lavoratore dipendente. Non dipenderanno più dal punteggio del software, avranno tutele assicurative e pensionistiche, rimborsi spese e un minimo orario garantito”.

Di Maio ha sottolineato su Facebook che il decreto dei Riders è stato l’ultimo decreto firmato quando era Ministro del Lavoro.

Il capo politico del M5S ha anche voluto rimarcare che è il primo decreto che vuole aiutare una categoria come quella dei riders.