Matteo Salvini “Dicono manette per gli evasori, bene ma il primo a non pagare i debiti è lo Stato”

0
653

.

Il Leader della Lega ha parlato della nuova legge finanziaria a Fuori dal Coro su Rete 4 ed è stato durissimo con il governo giallorosso.

Matteo Salvini sulla possibilità delle manette per i grandi evasori è stato chiaro: “I 5 stelle ammanetterebbero anche gli alberi, basta un sospetto e processano anche i cespugli…Io lascerei lavorare chi vuole lavorare e poi bisogna chiudere tutte le pendenze”. “Dicono manette per gli evasori, bene ma il primo a non pagare i debiti è lo Stato”. 

L’ex ministro degli interni in particolare ha detto che questo governo sta mettendo d’accordo quasi tutti gli italiani, “Oramai sono tutti incazzati”.

Poi parla delle possibili elezioni e dice di essere sicuro che se cadesse il governo si andrebbe subito alle elezioni.

Salvini insiste: “Il governo sta mettendo a rischio l’immagine d’Italia. Se un investitore estero si accorge che ogni governo cambia le regole, col piffero che vengono a investire da noi”.

Poi ha parlato della capitale:  “Il 28 novembre faremo un incontro a Roma per presentare la nostra idea di città. Il candidato sindaco? Abbiamo una mezza idea, penso a un uomo…serve un uomo o una donna con due palle così”.