Non paga il biglietto sul treno per tante volte, passano 50 anni e scrive una lettera alle ferrovie chiedendo di poter pagare tutto

0
3881

Un ragazzo viaggiava molto come pendolare sulla tratta Berna-Soletta e tante volte lo ha fatto senza pagare il biglietto. Dopo che sono passati 50 anni e oggi quel ragazzo è un pensionato, ha scritto alle ferrovie chiedendo scusa e raccontando cosa aveva fatto quando era un ragazzo. L’uomo, che oggi non sa darsi pace per essersi comportato in modo così scorretto ha scritto così: “Sono tormentato dai sensi di colpa e vorrei rimediare al danno che vi ho causato“.

I fatti risalgono al 1967 ma l’uomo non ha mai dimenticato la sua condotta riprovevole , almeno stando a come la vive lui oggi.

L’Ente Ferroviario, nella risposta di Caspar Lösche ha risposto così: “Non ci era mai capitato nulla del genere, siamo davvero commossi”.

E poi ha anche aggiunto che non sarebbe neanche contabilmente possibile sistemare i conti perchè: “I libri contabili del 1967 ormai sono chiusi da un bel po’ di tempo“.

Fa piacere che una persona abbia voglia di restituire quanto ha trattenuto non dovendo e certamente con l’età i punti di vista cambiano a favore di un maggior rigore e una maggiore correttezza.