Italia

Ultimi sondaggi politico elettorali, grande equilibrio in Emilia Romagna, la regione spaccata in due, si deciderà all’ultimo voto

A un mese e mezzo dal voto che deciderà anche le sorti del governo in Emilia Romagna c’è grande equilibrio tra Lucia Borgonzoni, candidata alla presidenza per il centrodestra e Stefano Bonaccini, governatore uscente e candidato del centrosinistra.

La radiografia del voto in Emilia Romagna dice che stiamo parlando di una regione spaccata in due. Ci sono aree dove prevale il centrosinistra, come Bologna e la sua provincia e aree invece dove prevale nettamente la Lega e il centrodestra, come Parma e Piacenza.

Al momento dovrebbe essere in vantaggio, ma solo di qualche punto percentuale, il governatore uscente Stefano Bonaccini.

Ma la Lega è pronta a sferrare l’ultimo deciso attacco. Matteo Salvini, vista l’importanza del voto in Emilia Romagna, sta sempre più intensificando le sue incursioni soprattutto nelle piccole città.

Anche Giorgia Meloni sarà sempre più presente in Emilia Romagna per sostenere la candidatura di Lucia Borgonzoni.

Mentre nel centrosinistra la campagna elettorale la sta portando avanti con efficacia il governatore Stefano Bonaccini che risulta essere uno dei più amati presidenti delle regioni in Italia.

Al momento il primo partito in Emilia Romagna rimane la Lega con il 33,2% delle intenzioni di voto seguito dal Pd che ottiene il 29,8%.

Molto più distaccati Fratelli d’Italia al 8,2% e Forza Italia al 5,3%.

La differenza però la potrà fare la lista civica di Bonaccini che potrebbe ottenere un ottimo risultato superiore a qualsiasi tipo di previsione.