Italia

Sardine, il leader Mattia Santori dopo oggi a Roma “ci sarà fase 2”, il premier Conte “Incontrarli? Se vogliono io sono a disposizione”

Oggi a Roma si svolgerà a Piazza San Giovanni la manifestazione delle sardine. Sono attese più di 100 mila persone che sicuramente riempiranno la piazza.

Mattia Santori, ieri è stato ospite a Propaganda Live dove ha voluto tirare le somme di quanto accaduto in  un solo mese dal 14 novembre giorno in cui le sardine manifestarono per la prima volta a Bologna.

Il leader delle Sardine ha voluto dissipare qualsiasi dubbio sulla possibilità o meno che oggi alla manifestazione partecipi anche Casapound.

Mattia Santori ha detto che se durante le loro manifestazioni c’era in piazza gente di destra era veramente poca e si è mimetizzata bene. Inoltre anche a chi ha voluto mostrare una bandiera rossa è stato detto che sventolare una bandiera in quel contesto era fuori luogo.

Poi il leader delle Sardine ha parlato del futuro subito dopo San Giovanni di una fase 2 e di una fase 3: “Innanzitutto ci conosceremo, perché per ora siamo 120 coordinatori e non ci siamo mai visti di persona. E poi cominceremo a riflettere su quello che abbiamo costruito fin qui, a come non far andare sprecato quanto fatto finora. Ci sarà una fase 2, ossia un ritorno al territorio, noi in Emilia-Romagna per le elezioni regionali e anche in Calabria. E dopo vedremo, dopo il 27 gennaio si aprirà una fase 3, che non sappiamo ancora cosa sarà”.

Giuseppe Conte dal Consiglio europeo a Bruxelles ha parlato della manifestazione che si svolgerà domani delle sardine sulla possibilità di incontrarli: “È un movimento che mi procura simpatia, c’è voglia di partecipazione, non vedo perché dovremmo essere preoccupati da queste manifestazioni di cui colgo tutta la positività. Incontrarli? Se vorranno io sono a disposizione, ma c’è molto rispetto da parte mia, non mi spingo io a propormi perché potrei essere frainteso, come un tentativo di mettere il cappello sopra”.