Italia

Salvini a Bologna, “Presto nuovi arrivi dal M5S, ci saranno nuove e belle sorprese”

Matteo Salvini continua il suo tour per le 100 piazze in Emilia Romagna dove sta incontrando tantissimo entusiasmo ma è stato anche oggetto di alcune contestazioni.

Matteo Salvini si è fermato un attimo con i giornalisti e ha parlato della crisi per lui irreversibile del Movimento 5 Stelle e ha voluto precisare che presto ci saranno nuove piacevoli sorprese.

Il leader della Lega non ha voluto dire nei nomi dei possibili arrivi dal M5S in Lega né quanti Onorevoli e Senatori passeranno da Movimento al Carroccio.

Matteo Salvini ha voluto sottolineare che: “sono donne e uomini che meritano rispetto e che, in tanti casi, stanno soffrendo perché non è una scelta facile”.

Salvini ha detto che la nascita del M5S avvenne in Emilia Romagna per contrastare il potere del Pd. Adesso sono al governo con coloro che prima contestavano, Matteo Renzi, Gentiloni e Franceschini.

Il leader della Lega ha detto che: “E’ chiaro che molti degli elettori non ce la fanno e se qualcuno vuole proseguire la sua battaglia di cambiamento con la Lega, le porte sono aperte”.

Matteo Salvini ha voluto fare un cenno al caso Gregoretti che lo vede indagato e sull’autorizzazione a procedere richiesta dai giudici di Catania: “Mi vogliono mandare a processo per sequestro di persona perché ho bloccato per quattro giorni uno sbarco? Lo facciano. Sono un uomo libero e tranquillo. Io penso che non processeranno solo Matteo Salvini, ma processeranno la stragrande maggioranza degli italiani. Non vedo l’ora di guardare negli occhi quei giudici, che mi dicano che merito 15 anni di carcere”.