Bari & Dintorni

Sentono un cattivo odore provenire dalla casa dei vicini e chiamano la polizia che scopre qualcosa di inimmaginabile

Una famiglia era disgustata dall’odore terribile che proveniva dalla casa dei loro vicini.

Più e più volte aveva chiesto loro di pulire e fare tutto ciò che potesse servire per eliminare quel cattivo odore ma non era mai stata ascoltata. Un giorno, non potendone più, si è decisa a chiamare le forze dell’ordine chiedendo loro di intervenire per mettere fine a quella situazione terrificante.

La polizia quando è intervenuta, e si è accorta che, effettivamente, risultava difficile entrare in quella casa per il cattivo odore, ha chiamato i vigili del fuoco chiedendo loro di intervenire con tute e bombole di ossigeno.

I vigili del fuoco sono intervenuti e lo scenario di fronte al quale si sono trovati sembrava irreale.

Nella casa , piccolissima, c’erano cani ovunque, più di cento in condizioni terribili sia di malnutrizione che di pulizia.

 Erano casi ridotti pelle e ossa perchè erano tenuti in uno stato di completo abbandono.

 I proprietari si sono difesi sostenendo che loro li ospitano solo per aiutarli perchè erano tutti cani randagi ma i vigili hanno iniziato a liberare la casa dai cani e affidarli a volontari che si sono immediatamente preoccupati di nutrirli e sfamarli.

Man mano che i vigili del fuoco facevano uscire i cani ne trovavano sempre altri, nei mobili, dietro i muri, sembrava che non finissero mai.

Un cucciolo appena nato è morto subito dopo mentre gli altri sono stati sistemati in vari centri di accoglienza.