Italia

Coronavirus, Giorgia Meloni “Siamo partiti da giorni in cui noi chiedevamo la quarantena per chi rientrava dalla Cina e la sinistra ci diceva che eravamo razzisti per arrivare a un film apocalittico”

Giorgia Meloni in collegamento televisivo con Paolo Del Debbio a Dritto e Rovescio su Rete 4 ha parlato dell’emergenza Coronavirus che da giorni sta colpendo l’Italia con centinaia di contagiati.

Giorgia Meloni ha detto che non sa se il governo Conte ha agito bene o meno ma è certo che si era partiti in maniera differente con il centrodestra che voleva la quarantena per chi rientrava dalla Cina, mentre il governo diceva di no.

La leader di Fratelli d’Italia nello specifico ha detto che: “Non so dire se il governo abbia fatto o meno tutto il possibile ciò che è mancato è un’informazione chiara e coerente sul tema del Covid-19. Siamo partiti da giorni in cui noi chiedevamo la quarantena per chi rientrava dalla Cina e la sinistra ci diceva che eravamo razzisti, allarmisti e che dovevamo abbracciare i cinesi, per arrivare poi alla trama di un film apocalittico”.

Per la Meloni la situazione forse è sfuggita di mano a qualcuno che non è riuscito poi a gestirla come doveva essere gestita.

In particolare a Giorgia Meloni non è affatto piaciuto che la mondo è stato detto da Conte “che il problema è stata una falla nel nostro sistema sanitario nazionale”.