Italia

Emergenza Covid-19, Commessa e mamma di due figli racconta la sua odissea: “Io dimessa dopo due tamponi negativi, sono di nuovo positiva”

Stefania, una commessa di un negozio della Magliana a Roma ha raccontato la sua odissea. La donna, madre di due figli di 23 e 26 anni, vive a Roma ed è stata una delle prime contagiate dal virus nel Lazio.

I primi sintomi risalgono al 27 febbraio poi il ricovero allo Spallanzani per crisi respiratoria: “Avevo un raffreddore, niente di più. Dopo una settimana, è cominciata ad apparire qualche linea di febbre, andava e veniva. Per scrupolo sono andata dal dottore ma non sono voluta entrare, ci ho parlato dalla finestra. Il sabato successivo la mattina mi sentivo bene, poi il pomeriggio sono entrata in crisi respiratoria”.

Il 22 marzo le sue condizioni migliorano e Stefania viene traferita al Covid Hospital di Calpalocco dove sono ricoverati i pazienti positivi al Covid non gravi .

Stefania fa 5 tamponi, tre sono positivi e gli ultimi due negativi così i medici del Covid Hospital di Calpalocco decidono di dimetterla.

Ma la guarigione dura pochissimo, solo due giorni dopo le dimissioni, Stefania si sottopone alle analisi del sangue e si reca al pronto soccorso perché: “Il 5 aprile ha sentito le labbra addormentarsi”.

La donna si sottopone a un nuovo tampone e risulta nuovamente positiva il Covid-19 c’è ancora. La donna è nuovamente ricoverata in ospedale.