Italia

Emergenza Covid-19, per un noto virologo italiano a giugno “Mascherine e distanziamento sociale non sarebbero più necessari”

Per il presidente della Società italiana di Virologia, il Covid-19 è così tanto meno aggressivo che già da giugno mascherine e distanziamento sociale potrebbero non servire più.

In un’intervista alla stampa, Arnaldo Caruso ha detto che “Già a giugno potrebbero non essere più necessarie mascherine, distanziamento sociale e sanificazioni”.

Il virologo 63 enne di Brescia ha dichiarato che  “Nelle ultime settimane non stanno solo calando i contagi ma anche la carica virale che viene trovata nei tamponi. Quei pochi casi positivi rimasti sono portatori (quasi) sani del virus ed hanno una scarsa capacità di trasmetterlo.

Il decorso della malattia è diventato tranquillo, ora sì che si può paragonarla a un’influenza. Questo perché il virus si sta adattando all’uomo diventando meno pericoloso, anche se per il momento non si possono escludere concause come l’effetto del caldo e il filtro dovuto alle mascherine e alle distanze”.

“Il virus potrebbe avere ulteriori ricombinazioni e ripresentarsi più innocuo o aggressivo. In genere però dovrebbe smorzarsi e potrebbe diventare davvero similinfluenzale”.

“Prendere il Coronavirus nelle prossime settimane potrebbe avere il risvolto positivo di raggiungere un’immunità di gregge”.