Italia

Bagnino 17enne mette in salvo una famiglia che stava per annegare, “Ho avuto paura, ma che emozione averli portati a riva”

Un giorno che difficilmente dimenticherà Michele Villani, bagnino a Porto Recanati che ieri, verso le 14 è riuscito a salvare una famiglia che stava per morire annegata in mare.

Michele, che lavora per la società di salvamento Delphinus snc, era sulla spiaggia per lavoro.

Ad un certo punto ha visto che in mare un uomo di 45 anni, insieme alle sue due figlie di 17 e 19 anni, non riusciva più a tornare a riva.

Infatti, verso quell’ora le onda hanno iniziato ad aumentare e la corrente era fortissima.

Padre e figlie erano in grosso pericolo e avevano già bevuto parecchia acqua quando Michele, accortosi di ciò che stava accadendo si è tuffato per andare a salvarli.

Michele racconta così: “Ero seduto sulla torretta e ho notato che si erano alzate le onde, probabilmente per il passaggio di un traghetto.

Così sono sceso, perché ho notato che c’era una famiglia che stava facendo il bagno, a circa 10 metri dalla riva, vicino gli scogli. Volevo fischiare per intimare loro di rientrare subito, ma, appena mi sono avvicinato, ho visto che stavano chiedendo aiuto e non riuscivano a raggiungere la spiaggia. Subito mi sono preoccupato, perché in quel tratto l’acqua è profonda circa due metri. Erano in pericolo”.

Michele continua il suo racconto: “Si trovavano a circa un metro dagli scogli, e il rischio che andassero a sbatterci contro era grande. Così ho preso la ciambella di salvataggio e ho nuotato verso di loro, li rassicuravo dicendo che c’ero io lì ad aiutarli e spiegavo che dovevano restare calmi. Prima ho lanciato la ciambella alla figlia di 19 anni, e subito l’ho portata a riva. Poi senza fermarmi sono tornato indietro per recuperare gli altri due”.