breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Cioccolato fondente in piccole dosi è un toccasana per la circolazione sanguina

Cioccolato-fondente-in-piccole-dosi-è-un-toccasana-per-la-circolazione-sanguina

L’Italia è una delle più grandi produttrici di cioccolati e gli italiani sono dei grossi consumatori.

Molti sono stati gli studi su questo prezioso dolce che piace a tanti.

Per alcuni il nutrirsi continuamente di cioccolato o fondente o a latte può determinare come l’alcool la dipendenza.

Altri invece asseriscono che mangiare cioccolato accentua come tutto l’ottimo cibo il buon umore.

Ma un recente studio condotto da alcuni professori dell’Università della Sapienza di Roma ha potuto verificare che il cioccolato fondente se assunto in piccole quantità e quotidianamente può determinare enormi vantaggi alla circolazione sanguigna.

Lo studio è stato condotto su venti pazienti affetti dalla patologia cronica denominata aterosclerosi dei vasi periferici, da un equipe di medici della sapienza coordinati dal professore Francesco Voli specialista in medicina interna e componente del Comitato Medico Scientifico di ABC salute.

Ai 20 pazienti che hanno questo tipo di patologia che irrigidisce l’artiere e se colpisce le arti inferiori provoca molto dolore alle gambe e claudicazione  gli è stato detto di mangiare ogni giorno una quantità esigua di cioccolato fondente di quasi 40 grammi, pari a due quadrati per intenderci e poi di camminare compiendo un certo numero di passi al giorno.

E’ stato accertato che i pazienti sono riusciti a compiere più passi al giorno camminando quasi l’11% in più rispetto al percorso che riuscivano a compiere prima dell’assunzione del cioccolato fondente riuscendo anche a farlo in un tempo molto minore.

In Italia le persone che soffrono di aterosclerosi dei vasi periferici sono più di due milioni e che potrebbero avere un grosso giovamento da questa scoperta ancora una volta avvenuta da un centro altamente specializzato italiano.

I ricercatori hanno scelto di compiere l’esperimento con il cioccolato fondente perché contiene il 30% in più di polifenoli rispetto a quello a latte.

I Polifenoli sono delle molecole che hanno la funzione di antiossidante che riescono ad impedire l’irreggimento delle arterie e favorisco la circolazione più fluida del sangue.

La ricerca è stata resa pubblica sulla prestigiosa rivista of the American Heart Association che in pratica ha appurato che la scoperta dei medici italiani può effettivamente dare dei notevoli benefici a chi non ha purtroppo una buona circolazione del sangue.

Notizia quindi molto positiva per tutti coloro che del cioccolato, sia di latte ma non contiene molti Polifenoli e soprattutto di quello fondente, sono golosissimi che ora hanno un motivo in più per gustarlo senza troppi assili.