breaking-news, Italia

Maltempo a Milano ultime news esondazione fiume Seveso e voragine a Porta Romana

Ancora una volta una forte pioggia ha mandato in tilt tutta la città di Milano provocando una nuova esondazione del fiume Seveso.

Il tutto è successo alle ore 7,30 di ieri mattina quando il Seveso da esondato nei quartieri a nord della città di Milano provocato allagamenti negli scantinati e nei negozi della zona.

La forte pioggia ha creato non pochi problemi alla viabilità con vie chiese al traffico per l’allagamento delle corsie.

La polizia municipale ha dovuto impedire la circolazione in Viale Fulvio Testi che congiunge il nord di Milano con il centro cittadino.

Il quartiere che ancora una volta ha avuto la peggio è stato il Niguarda. La situazione si è regolarizzata solo verso le 12,00 quando i vigili del fuoco accorsi in massa sono riusciti a far defluire la copiosa quantità di acqua.

Ma la situazione più grave si è avuta in pieno centro dove per le forti piogge a Porta Romana si è aperta una voragine dalle vaste proporzioni di una profondità di ben 12 metri con larghezza di 6 metri e lunga 3metri.

La grande voragine ha determinato la rottura della tubazione dell’acquedotto.

Subito i tecnici hanno cercato di riparare il danno ma per fornire di acqua i residenti della zona la protezione civile ha dovuto far intervenire le autobotti.

E’ stata sgomberata un ‘intera palazzina ed il transito di Porta Romana è stato interdetto alla circolazione di auto e anche dei pedoni.

L’assessore ai lavori pubblici del comune di Milano , Carmela Rozza,  intervenuta sul posto ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “La situazione è molto difficile non possiamo ancora dirlo con certezza ma è probabile che il problema sia dovuto al condominio che non ha completato il terzo piano del parcheggio sotterraneo. I condomini sono preoccupati, adesso stiamo ripristinando l’erogazione di acqua e gas nei palazzi di fianco ma non potranno rientrare fino a quando non saranno ultimate tutte le verifiche sul palazzo”.

“Se ci sarà responsabilità del privato chiederemo i danni. Se invece fosse un problema solo della fognatura allora politicamente l’unica cosa che posso dire è che stiamo rinnovando la rete in quasi tutta Milano. Vedremo di chi sarà la responsabilità. Ma è certo che l’abbandono del sottosuolo negli ultimi 20 anni porta a situazioni critiche. Prima però di dare colpe a qualcuno vediamo di accertare i fatti”.

anni, invece – dice il sindaco – l’attuale Amministrazione ha individuato ipotesi progettuali, concordato con la Regione Lombardia – il cui Presidente è Commissario per il rischio idrogeologico – il progetto definitivo e stanziato le relative risorse in modo da realizzare la prima vasca prevista dal progetto e, dopo decenni di inerzia, dare una soluzione definitiva al problema del Seveso il prima possibile”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=vNih0hult38[/youtube]