breaking-news, Italia

Jobs Act Vendola e Civati in piazza a Roma contro Renzi

Jobs-Act-Vendola-e-Civati-in-piazza-a-Roma-contro-Renzi

Si è tenuta ieri una manifestazione di Sinistra ecologia e libertà contro la riforma del lavoro proposta dall’esecutivo Renzi.

La manifestazione che si è tenuta al centro di Roma a Piazza Santi Apostoli ha visto la partecipazione di molti simpatizzanti del Sel capeggiati dal governatore della Puglia Nichi Vendola ed anche di alcuni esponenti di spicco della minoranza del Partito Democratico tra i quali Pippo Civati.

Pippo Civati ai giornalisti presenti ha spiegato la sua partecipazione: “Io sono affezionato a un’idea di sinistra che fa la sinistra. Adesso vedo Renzi fare battaglie contro la sinistra come se fosse un leader di destra a furia di frequentare Verdini. Io voglio unire la sinistra non scinderla, quello che si è scisso anche rispetto al programma delle primarie è Renzi”.


La presenza di Civati alla manifestazione di Sinistra Ecologia e Libertà dimostra ancora una volta che all’interno del Partito Democratico vi è una profonda spaccatura che può provocare clamorosi sviluppi.

Pippo Civati ha rincarato la dose contro Renzi quando gli è stata fatta una domanda sul possibile provvedimento che prevede 100 euro in più in busta paga ottenuti dal tfr dicendo che con una simile proposta si condanna le aziende ad un autentico “calvario”.

Anche Nichi Vendola ha avuto parole non certo tenere nei confronti del premier dicendo che non è possibile porre su un tema delicato come la riforma del lavoro la fiducia.

Il leader del Sel pensa che porre la fiducia sia “un atto di arroganza” e che Renzi stesso non ha fiducia nella maggioranza che lo sostiene.

Il clima si fa sempre più incandescente mentre Matteo Renzi sostiene che la riforma del lavoro deve essere approvata entro la fine di ottobre.

Per la durata del governo in molti pensano che l’approvazione o meno della riforma del lavoro sarà decisiva ed in tanti prevedono che alla fine si possano prospettare le tanto temute elezioni anticipate.