Femminicidio Cagliari, il racconto del marito assassino “Era rientrata tardi dopo partita, mi ha riso in faccia e non ci ho visto più”

Ignazia Tumatis uccisa dal marito Luciano Hellies dopo una lite domestica: le figlie chiamano la polizia.

Un tragico epilogo a Cagliari: l’omicidio di Ignazia Tumatis

Giovedì 20 giugno, Ignazia Tumatis è tornata nella sua abitazione di via Podgora a Cagliari dopo aver assistito alla partita dell’Italia contro la Spagna agli Europei 2024. Quella che doveva essere una serata normale si è trasformata in una tragedia quando è scoppiata l’ennesima lite col marito Luciano Hellies, di 77 anni. La coppia viveva da separati in casa da tempo e le discussioni erano frequenti, ma questa volta la situazione è degenerata. Hellies ha preso un coltello e ha colpito la moglie con una decina di coltellate, uccidendola.

Intervento delle autorità e dettagli sull’omicidio

Le figlie della coppia hanno chiamato la polizia dopo essere state contattate dal padre, che ha confessato loro il delitto dicendo: “Ho ucciso la mamma”. Le pattuglie della Squadra Volanti sono arrivate rapidamente sul posto e hanno fermato Hellies, trovandolo in stato di shock e con i vestiti ancora sporchi di sangue. Sul luogo del delitto è intervenuta anche un’ambulanza del 118, ma per Ignazia Tumatis non c’era più nulla da fare. Gli agenti della Squadra Mobile, coordinati dal dirigente Emanuele Fattori, insieme alla Scientifica, la pm di turno Diana Lecca e il medico legale Roberto Demontis hanno iniziato le indagini. L’autopsia sul corpo della vittima sarà effettuata a breve.

Il ricordo della vittima: un commosso addio sui social

La tragica morte di Ignazia Tumatis ha lasciato un segno profondo nella comunità. Sui social media, molti amici e conoscenti hanno condiviso il loro dolore e i ricordi della vittima. Serena ha scritto: “Ciao Ignazia!! Una notizia così non l’avremmo mai voluta sentire ora vola più in alto che puoi, dove troverai la pace e la serenità che non hai avuto qui sulla terra… con tanto dolore dentro il cuore ti diciamo riposa in pace e da lassù proteggi i tuoi cari”. Stefania ha condiviso una foto di Ignazia mentre faceva jogging, accompagnata dal messaggio: “Ti ricorderò per sempre così. Ciao Ignazia”. La comunità di Cagliari è sconvolta da questo femminicidio, un tragico evento che evidenzia ancora una volta la necessità di affrontare con decisione la violenza domestica.