breaking-news, Italia

Diego Della Valle choc “la Fiat è un bidone”

Diego-Della-Valle-choc-"la-Fiat-è-un-bidone"

Parole dure quelle pronunciate da Diego Della Valle nei confronti della Fiat e dell’amministratore unico dell’ex azienda torinese, Sergio Marchionne.

Il proprietario della Fiorentina e della nota azienda “Tod’s” é stato a lungo intervistato da Enrico Mentana, noto conduttore e direttore del Tg della La7, nel corso di una manifestazione in Borsa a Milano che è stata coordinata dalle aziende Pambianco e Deutsche Bank.

Diego della Valle ha avuto parole di fuoco per come è stato licenziamento dalla Ferrari  Luca Cordero di Montezemolo: “Se la Ferrari fosse stata sul mercato, Luca fuori dalla Ferrari sarebbe un errore incredibile”

Il presidente della Tod’s ha anche detto, sempre sull’addio forzato di Montezemolo alla Ferrari, che “è stato vergognoso e il motivo è evidente: la Ferrari ha salvato questo bidone. Si poteva fare meglio, in modo più educato”.


Per Diego Della Valle il bidone è la Fiat amministrata da Sergio Marchionne.

Della Valle poi ha anche parlato della quotazione in borsa della Ferrari e della Fiat ed ha attaccato duramente l’ amministratore unico della Fiat Sergio Marchionne: “La quotazione della Ferrari significa depauperare l’azienda, perché quando sarà quotato un pezzettino per una cifra enorme servirà a coprire i debiti di Fca e magari anche a fare macchine, perché prima o poi Sergio una macchina la farà. Non so se io la vedrò, ma forse mio figlio. Il resto se lo prendono gli azionisti”.

Il proprietario della Fiorentina ha lascato intendere  che la famiglia Agnelli per l’Italia è stata un disastro: “Il nostro rispetto  va a chi queste cose non le fa. Bisogna capire quanto male hanno fatto queste famiglie al Paese”.

Diego Della Valle è tornato sulla prossima quotazione in borsa della Ferrari sostenendo che: “Anche se si tratta di un’operazione lecita, e io comunque andrei a controllare, moralmente non lo è. E questo bisognerebbe dirlo”.

Il presidente Della Valle non si è limitato a parlare di fiat e Ferrari ed ha anche rilasciato le dichiarazioni sull’ex amico Matteo Renzi ora Presidente del Consiglio: “Altri due anni così, e il Paese muore. Bisogna votare il prima possibile. So che in parlamento c’è qualcuno che sentendo questo salta sulla sedia perché vorrebbe restare fino alla fine. In quel marasma ci sono anche persone in gamba, ma sono sommersi da quelli che hanno capito che per loro è l’ultima occasione per stare su quella sedia”.