breaking-news, Italia

Venezuela rivolta in carcere muoiono 21 detenuti per aver ingerito miscela farmaci

Venezuela-choc-in-carcere-muoiono-21-detenuti-per-aver-ingerito-miscela-farmaci

Nel carcere di Uribana, nel distretto di Lara in Venezuela, 158 detenuti, per protestare contro l’attuale direttore del penitenziario, hanno ingerito un mix di farmaci.

I detenuti sono prima riusciti ad entrare nell’infermeria del carcere e poi hanno ingerito, secondo fonti governative, farmaci che curano diverse patologie.

Il ministero di giustizia venezuelano ha reso noto che i farmaci ingeriti dai tenuti sono stati: “anti depressivi, antibiotici e anti epilettici” ed inoltre  i rivoltosi “hanno bevuto alcool puro”.

Il cocktail di farmaci ha provocato l’avvelenamento di tutti i 158 insorti e la  morte di almeno 21 di loro.

La  terribile notizia è stata diffusa da un giornale venezuelano ed in seguito è diventata di dominio pubblico.


La protesta dei detenuti è scaturita per il modo inumano di comportasi  della direzione del penitenziario.

I 158 detenuti erano in sciopero della fame da lunedì scorso e hanno deciso di compiere ieri l’eclatante gesto allo scopo di attirare l’attenzione dei media.

Il ministero della giustizia venezuelano ha reso noto, con il seguente comunicato stampa, che il carcere di Uribana “fa parte dei 70 centri di reclusione del Paese dove viene applicato il nuovo regime penitenziario nazionale, che supera il vecchio modello del passato, caratterizzato dalle deplorabili condizioni di anarchia e violazione dei diritti umani”.

Tre detenuti sono morti per aver ingerito una notevole quantità del farmaco Revotril, un antidepressivo.

Molti sono stati i familiari dei detenuti che si sono recati all’uscita del carcere per sapere le condizioni fisiche dei propri cari.