breaking-news, Italia

Ucraina, attimi di terrore per guasto centrale nucleare

Ucraina-attimi-di-terrore-per-guasto-centrale-nucleare

Il 26 novembre la centrale nucleare di Zaporizhye , una città di quasi 700 mila abitanti, ha avuto dei problemi di funzionamento per un guasto ad un reattore .

Subito si è temuto il peggio.

Il guasto avrebbe potuto provocare una fuoriuscita di materiale radioattivo che in una città così popolata come Zaporizhye avrebbe determinato un disastro.

I tecnici di Zaporizhye, la più grande centrale nucleare dell’Ucraina, sono riusciti a fermare in tempo il reattore prima che potesse determinare danni più gravi.

Il reattore è stato riparato e la centrale nucleare riprenderà a funzionare regolarmente dal prossimo 5 dicembre.


A confermare che non vi sono state fuoriuscite di materiale radioattivo è stato lo stesso primo ministro ucraino, Andreyi Yatseniuk, il quale ha dichiarato che, dopo attente verifiche effettuate da tecnici specializzati, nell’area circostante la centrale non sono stati riscontrati aumenti significati di radioattività.

Il primo ministro ucraino ha voluto tranquillizzare la popolazione Ucraina ed anche i paesi confinanti con la nazione dichiarando che non vi era nessun pericolo di fughe radioattive.

Volodimir Demcishin, ministro dell’energia ucraino, ha così commentato il guasto avvenuto nella più grande centrale nucleare d’Europa: “L’incidente, che ha lasciato senza elettricità molte città ha riguardato il terzo reattore della centrale di Zaporozhia, Non ci sono emissioni, non ci sono problemi con il reattore. L’incidente non è in alcun modo associato con il reattore. Tutti gli sforzi sono concentrati per riparare il sito”.

I tecnici dell’ Inrs francese, sono intervenuti sul posto dell’incidente ed hanno verificato  che dalla grande centrale nucleare di Zaporizhye non vi è stata alcuna uscita di materiale radioattivo.

Lo stop della centrale nucleare ha provocato non poco problemi elettrici in tutta l’Ucraina.

Alcune zone del paese, principalmente al sud ed in Crimea , in seguito al guasto della centrale nucleare di  Zaporizhye  sono rimaste completamente al buio.