breaking-news, Italia

Imu e Tasi, modalità di pagamento delle tasse comunali in scadenza

Imu-e-Tasi-modalità-di-pagamento-delle-tasse-comunali-in-scadenza

Ci  siamo, mancano solo 9 giorni alla scadenza di due delle tasse più odiate dagli italiani: Imu e Tasi.

Il prossimo 16 dicembre gli italiani saranno chiamati al pagamento delle due tasse che gravano sugli immobili di proprietà.

Sarà, probabilmente, l’ultima volta che ci saranno due tasse sugli immobili.

L’ intenzione dell’esecutivo Renzi è quella di riunificare, a partire dal prossimo anno, le due tasse in una unica.

La Tasi è una tassa comunale con la quale il cittadino paga una serie di servizi che il comune offre, quali le pulizie e l’illuminazione delle strade di proprietà, appunto, comunale.


Il pagamento della Tasi dovrà essere effettuato dai proprietari e, in quota parte, dagli inquilini di qualsiasi immobile.

L’Imu, a differenza della Tasi, non è pagata da chi è proprietario solo dell’abitazione principale, a meno che la stessa non sia una residenza di lusso.

Se l’appartamento rientra nelle categorie definite di lusso A/1, A/8 o A/9 l’Imu dovrà essere versata anche se si tratta di unica abitazione di proprietà.

L’Imu dovrà essere pagata da tutti gli italiani proprietari di seconde abitazioni, di locali ad uso commerciale e di capannoni.

L’imponibile  dell’Imu e della Tasi viene calcolato in base alla rendita catastale, applicato il 5% di aumento.

L’importo ottenuto dovrà essere moltiplicato per i vari coefficienti secondo la destinazione d’uso dell’immobile.

Per la Tasi l’aliquota minima è l’1 per mille, mentre la massima è il 2,5 per mille.

A decidere l’aliquota da applicare per il pagamento della Tasi sono stati i comuni con apposita delibera comunale.

Per tutti gli immobili sui quali si paga sia la tassa dell’imu che la Tasi l’aliquota massima da pagare è del 10,6 per mille.

Se il comune di residenza ha già raggiunto il massimo dell’aliquota con l’imu pari al 10,6 per mille il contribuente non dovrà pagare la tasi.

Le due tasse dovranno essere pagate con apposito F24 presso qualsiasi istituto di credito o con bollettino postale.