breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Fabrizio Corona, Cassazione annulla concessione sconto di pena

Fabrizio-Corona-Cassazione-annulla-concessione-sconto-di-pena

Ci aveva sperato Fabrizio Corona che la Corte di Cassazione confermasse la diminuzione della pena da 13 a 9 anni.

Il gip di Milano aveva deciso che vi erano i presupposti per concedere la continuazione dei reati all’ex paparazzo riducendo il totale delle pena da scontare di 4 anni.

La decisione del gip di Milano sullo sconto della pena a Fabrizio Corona fu presa a febbraio scorso, circa un anno fa.

Contro la decisione del gip di Milano avevano presentato ricorso i giudici della procura del capoluogo lombardo.

A pronunciarsi sull’opposizione allo sconto di pena a Fabrizio Corona presentata dalla procura di Milano è stata la  prima sezionale penale della Cassazione.


I giudici di Cassazione hanno deciso di non concedere a Fabrizio Corona lo sconto di pena ed hanno stabilito che l’ex paparazzo più famoso d’Italia dovrà rifondere le spese processuali.

Ancora una brutta notizia per Fabrizio Corona ed ha comunicarla è stata stamane il suo legale di fiducia.

L’avvocato di Fabrizio Corona, all’uscita dal carcere di Opera di Milano, dove da due anni è detenuto il suo assistito, ha detto che l’ex paparazzo è rimasto molto deluso dalla decisione dei giudici di Cassazione.

Belen Rodriguez, ex compagna di Fabrizio Corona è apparsa molto amareggiata dalle notizia della mancata concessione al suo ex compagno della diminuzione della pena.

Fabrizio Corona, secondo il suo legale di fiducia, dovrà ora scontare ancora altri 11 anni.

Un’eternità per un uomo che,  a detta dei suoi familiari, è allo stremo delle forze, soffre di crisi di ansia e attacchi di panico.

Uno stato di salute precario che ha portato il suo legale, qualche giorno fa, a chiedere al tribunale di sorveglianza di Milano di far scontare la pena del suo assistito presso un centro alterativo all’istituto penitenziario.

La sua difesa, a sostegno della tesi che il Corona rischierebbe gravi problemi di salute se restasse ancora rinchiuso in carcere, ha presentato una perizia medica di parte.

I giudici del tribunale di sorveglianza di Milano hanno deciso che sia redatta una perizia medica d’ufficio.

L’incarico per la formulazione della perizia medica sarà affidato durante l’udienza del prossimo 11 febbraio.

Fabrizio Corona ha anche richiesto la grazia al Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano che però non ha avuto al momento alcun esito in seguito alle dimissioni del Capo dello Stato.