breaking-news, Italia

Hervè Falciani le indagini in Italia fermate dal Vaticano

Hervè-Falciani-le-indagini-in-Italia-fermate-dal-Vaticano

Hervè Falciani sarà ospite stasera della trasmissione “Servizio Pubblico”.

L’uomo italo francese è stato un dipendente della HSBC una delle più importanti banche del mondo.

Hervè Falciani è diventato famoso per essersi appropriato di una lista di più di 100 mila contI correntisti molto facoltosi che spostavano ingenti somme di denaro dalle nazioni di origine alle banche svizzere per eludere il fisco.

I nomi contenuti nella lista sono di personaggi notissimi in tutto il mondo tra cui ricchi facoltosi americani, francesi, spagnoli ed italiani.

L’ex dipendente della HSBC vive in Francia in una località segreta sotto la stretta sorveglianza dei servizi segreti francesi.


Hervè Falciani in questi giorni è in Italia e ieri ha presentato a Roma il suo ultimo libro intitolato “La cassaforte degli evasori”.

L’artefice del più grosso scandalo che ha colpito il mondo bancario ieri a Roma ha svelato cosa avvenne in Italia quando si seppe che potevano essere svelati i nomi di 100 mila potenziali grossi evasori.

Hervè Falciani ha detto che: “Le investigazioni italiane sullo Ior furono fermate dal Vaticano: la Svizzera era disposta a collaborare, la Santa Sede mise il veto. Io spero che questo messaggio sia un elemento di informazione, perché oggi una persona importante come lo è papa Francesco può dare un esempio al mondo”.

Faciani ha anche rivelato che quando scoppiò lo scandalo era il 2011 ed il governo in Italia era presieduto da Silvio Berlusconi.

Hervè Falciani ha anche rivelato di essere convinto che l’attuale presidente del consiglio italiano, Matteo Renzi sia una persona onesta.

L’ex dipendente della HSBC ha anche detto che è disposto a partecipare al processo che si sta svolgendo in Svizzera che lo vede come imputato a condizione che non venga arrestato dalla polizia elvetica.