breaking-news, Italia

Bersani a Renzi se l’Italicum non si cambia non lo voto

Bersani-a-Renzi-se-l-Italicum-non-si-cambia-non-lo-voto

Pierluigi Bersani chiarisce ancora una volta la sua posizione nei confronti del governo e di Matteo Renzi.

L’ex candidato premier del centrosinistra in una lunga intervista al giornale “La Stampa” dichiara apertamente che se il governo Renzi non cambia la riforma elettorale lui non la voterà.

Secondo Pierluigi Bersani la legge elettorale cosi come è stata proposta dal governo, in seguito al tanto chiacchierato patto del Nazareno, se approvata sarebbe un grande favore al movimento cinque stelle ideato da Beppe Grillo.

L’ex segretario Pd dice anche che non è sua intenzione bloccare una riforma come quella elettorale, così importante per l’Italia ma Renzi, da segretario del più grande movimento in Italia, ha l’obbligo di ascoltare gli uomini del suo partito.

Bersani chiede che nella riforma elettorale vengano apportate due modifiche:  il doppio turno e le liste elettorali, nelle quali i candidati devono essere scelti dal popolo non dalla direzione dei partiti.


Pierluigi Bersani, inoltre, esclude categoricamente una scissione del Partito Democratico dichiarando che ci possono anche essere delle diverse opinioni all’interno del partito ma il Pd resta “casa sua”.

L’ex segretario del Pd dice anche che è stato “ferito” da alcune dichiarazioni di alcuni giornalisti che ritengono che le discussioni, anche aspre, all’interno del Partito Democratico siano solo questioni di poltrone.

Bersani dichiara che è disposto a scambiare la sua poltrona con l’esponente di Forza Italia di Denis Verdini.

Pierluigi Bersani sulle possibili insistenti voci di scissione è chiarissimo: tocca a Matteo Renzi, segretario del Partito Democratico, cercare di tenere unito il partito.