Loading...

Nicole Barr è un piccolo genio a soli 12 anni è più intelligente di Einstein

0
511
Nicole-Barr-bambina-rom-di-12-anni-è-più-intelligente-di-Einstein

Nicole-Barr-bambina-rom-di-12-anni-è-più-intelligente-di-Einstein

A soli dodici anni ed avere un quoziente di intelligente paragonabile ad uno dei più grandi scienziati che il mondo abbia mai avuto, Alfred Einstein non è da tutti.

Nicole Barr, ragazzina rom, ha questa dote particolare, un livello di intelligenza al di fuori della media.

E’ stato il padre di Nicole Barr voler fare sottoporre ad alcuni test la ragazzina.

La dodicenne che sogna di diventare una pediatria ha ottenuto dai test dei risultati sbalorditivi con un quoziente di intelligenza molto elevato.

Una bambina di appena dodici anni, Nicole Barr, di una città dell’Inghilterra ha un quoziente intellettivo pari a 162.

Se pensiamo che quello di Einstein era pari a 190 capiamo il livello di intelligenza di questa bambina.

Nicole Barr che fa parte di una comunità rom ed è una bambina molto povera che abita insieme alla sua famiglia in un camper.

I genitori si sono resi conto dell’intelligenza superiore alla norma della figlia fin da quando la bambina era piccolissima, infatti anche nei giochi esprimeva tutta la sua intelligenza e quando era a contatto con altri bambini la sua superiorità intellettiva spiccava notevolmente.

Fin dalle prime classi delle elementari la bambina era in grado di risolvere dei problemi matematici molto elaborati senza mostrare alcuna incertezza e ricomponeva puzzle anche composti da numerosissimi pezzi in manciate di secondi.

Nicole Barr ha raccontato al giornale l’«Herts and Essex Observer»: «Ricordo che quando ero alle elementari e facevo l’angelo in una recita scolastica, una compagna di classe non si presentò e io ho imparato tutte le sue battute».

Ora la bambina fa parte dell’associazione che riunisce le persone superdotate intellettivamente, la Mensa.

La mensa ritiene che Nicole Barr abbia il quoziente intellettivo di 162 e la bambina ha così commentato come è stato giudicato il suo livello:  «Quando ho scoperto di aver avuto un punteggio così alto, sono rimasta scioccata».

Ora la speranza è che la bambina nonostante la sua intelligenza riesca comunque a condurre una vita normale, adatta alla sua età anche se, d’ora in poi frequenterà più che altro gente del suo stesso livello intellettivo.

Loading...