breaking-news, Italia

Tasi Bari, Roma e Milano 2014: ecco quanto e chi pagherà l’imposta

Tasi-Bari-Roma-e-Milano-2014-ecco-quanto-e-chi-pagherà-l-imposta

Si prospetta una nuova stangata per la prima casa con il debutto della Tasi che a detta di tutti prenderà il posto della vecchia Imu.

La Tasi servirà a finanziare i servizi base dei comuni come l’illuminazione pubblica e la manutenzione delle strade e novità delle novità dovrà essere pagata anche dagli inquilini degli immobili.

Il Governo Letta ieri ha deciso che la nuova imposta potrà essere aumentata dai comuni, in seguito a delibera, nel range tra il 2,5 per mille e il 3,3 per mille ed inoltre saranno le giunte comunali a stabilire la percentuale di competenza dell’inquilino che dovrebbe aggirarsi intorno al 30% della nuova tassa.

L’aumento dell’aliquota della Tasi servirà a detta del Governo a finanziare le detrazioni per le famiglie con minore redditto.

Con questo nuovo decisione del governo di fatto vi è la reintroduzione per i proprietari di un’unica abitazione dell’imu sulla prima casa abrogata, ma non totalmente, con un decreto varato dal Consiglio dei Ministri, ora all’esame del Senato, prima delle festività natalizie.

Non è chiaro se i comuni potranno aumentare l’aliquota della Tasi anche per gli altri immobili come seconde case e negozi.

Sicuramente vista la carenza di denaro che affligge tutti i comuni ed in particolare anche quello di Bari è quasi scontato che dai vari consigli comunali sarà adottata l’aliquota massima della Tasi pari al 3,3 per mille.

Il costo della Tasi, come da calcoli del Sole 24 ore, potrebbe essere il seguente:

Suddividendo in due categorie le case soggette alla nuova imposta: la prima composta dalle abitazioni di un valore massimo di 70 mila euro come monolocali e bilocali e la seconda dagli appartamenti in categoria catastale A/7 cioè le abitazioni più grandi dei due vani.

Per la prima categoria, cioè gli appartamenti più piccoli, in città come Roma si pagheranno 418 euro senza detrazione e con detrazione 318 euro annui, per Milano invece il costo scende a 355 euro senza detrazione e 255 con detrazione.

A Bari a il costo della Tasi per un bilocale si aggirerà senza detrazione sui 315 euro con la detrazione 215 euro.

Per quanto riguarda gli appartamenti più grandi in categoria A/3 e A/7 a Bari il costo si aggirerà intorno alle 540 euro annui e con la detrazione a 440 annui.

A Milano l’importo sarà 609 euro senza detrazione e a Roma di 716

I calcoli per la seconda categoria si riferiscono ad un appartamento all’incirca di 120 metri quadri.