Loading...

Maltempo Taranto, Ilva allagata operai a casa, soccorsi con barche

0
217
Maltempo-Taranto-Ilva-allagata-operai-a-casa-soccorsi-con-barche

Maltempo-Taranto-Ilva-allagata-operai-a-casa-soccorsi-con-barche

Un violento nubifragio ha colpito alcune città della Puglia ed in particolare Taranto.

La città che si affaccia sulla costa jonica è stata colpita da una bomba d’acqua che ha creato non pochi problemi e allagamenti; tante sono state le auto bloccate che hanno determinato diversi interventi dei pompieri i quali per raggiungere le zone più colpite hanno dovuto utilizzare alcuni gommoni.

Anche l’Ilva, simbolo della città, è stata colpita dal violentissimo nubifragio tanto che la sua dirigenza ha deciso di chiudere gli impianti.

La bomba d’acqua ha provocato il black auto della linea di alta tensione che alimenta l’Ilva e i dirigenti dell’azienda non hanno potuto far altro che fermare la produzione dei forni con la conseguenza che gli operai sono dovuti tornarsene a casa.

La decisione della chiusura dell’azienda è stata presa alle 11,00 di ieri quando la situazione era diventata insostenibile e i tentativi di porre rimedio al black out della linea di alta tensione non erano ancora andati a buon fine.

Alcune zone della città jonica sono stati per ore isolati e molte persone sono rimaste intrappolate nelle proprie abitazioni.

Forti nubifragi si sono abbattuti anche in altre città della Puglia ed in particolare a Gioia del Colle, Noci e Putignano, grossi comuni in provincia di Bari.

 In particolare Trenitalia ha dovuto predisporre un servizio sostitutivo di collegamento tra la città di Gioia del Colle con Brindisi e Potenza per l’impossibilità di poter utilizzare la linea ferroviaria in tilt per allagamenti e per il cattivo funzionamento della linea elettrica.

La situazione ieri mattina a Taranto era la seguente: interi quartieri con strade allagate dai 50 ai 60 centimetri d’acqua.

Alcuni automobilisti sono rimasti in balia dell’ondata di acqua e fango che si è formata in alcune vie della città ed hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine che grazie al loro pronto intervento hanno evitato che ci potessero essere dei guai seri alle persone.

In alcuni punti della città la strada ha ceduto in particolare nei sottopassi nei pressi del famoso ponte di Taranto Punta Penna.

Particolarmente colpito dalla bomba d’acqua è stato il quartiere Tamburi dove parecchi residenti sono rimasti intrappolati o nelle proprie auto o nelle loro abitazioni.

L’allerta meteo a Taranto è stata comunicata per tempo ma la situazione è diventata molto più complicata perché tutte le scuole erano in funzione.

Loading...