breaking-news, Italia

Clochard entra in autogrill, la cassiera capisce che è il padre scomparso da venti anni

Quella che ci apprestiamo a scrivere è sicuramente una delle storie più commoventi che siano state mai rese note. Per un bimbo perdere un genitore è il più grande trauma che la vita possa riservargli. Non avere una guida, una persona sulla quale contare sempre, fa sentire molto soli.

Shoshannah Hensley è una ragazza americana di soli 23 anni che da un giorno in poi, quando aveva tre anni, non ha più rivisto il padre. La ragazza è vissuta per venti lunghi anni con la speranza che un giorno potesse riabbracciare il padre e ritornare a vivere con lui.

Con il passare del tempo i ricordi del padre per la ragazza erano diventati sempre meno presenti nella sua mente, troppo poco tempo Shoshannah Hensley aveva passato con suo padre. Ma la vita riserva tantissime sorprese e domenica scorsa la ragazza, come ogni giorno, si è recata presso il suo lavoro.

Shoshannah Hensley è la cassiera in una grande stazione di servizio nello stato di Idaho negli Stati Uniti d’America. La ragazza aveva visto da qualche giorno aggirarsi nelle vicinanze dell’autogrill un uomo molto trasandato che sembrava essere un clochard.

Shoshannah Hensley non avrebbe mai immaginato che quell’uomo potesse essere proprio il padre tanto cercato per molti anni che per pura casualità si trovava ora a pochi passi da lei. La sera di domenica scorsa il clochard è entrato nell’autogrill ed ha mostrato alla figlia la tessera di povertà americana.

La tessera di povertà mette a disposizione di chi la richiede una piccola cifra per poter comprare cibo ed indica il nome e il cognome della persona e la sua data di nascita. Shoshannah Hensley quando ha ricevuto la tessera dal clochard ed ha letto il suo nome e cognome ha capito che aveva difronte la persona che aveva cercato per tantissimi anni, suo padre.

La ragazza per avere una ulteriore certezza ha chiesto a quell’uomo che non vedeva da 20 anni quale fosse il suo secondo nome e la risposta è stata proprio quella che Shoshannah Hensley avrebbe voluto sentire.

L’uomo ha detto di chiamarsi Eugene. Shoshannah Hensley non ha resistito all’emozione ed ha iniziato a piangere ed ha detto all’uomo che le aveva mostrato la tessera di povertà che era suo padre e che lo aveva cercato per 20 lunghi anni.

Shoshannah Hensley ha abbracciato il padre e l’uomo ha pianto ed ha spiegato i motivi per i quali per venti anni è scomparso. La ragazza ad una tv locale ha dichiarato che: “Per quanto ne sapevo era solo uno dei tanti senzatetto che entrava nel negozio. È stato emozionante, tremavamo per quanto era incredibile quello che ci stava accadendo”.

Il padre ha giurato che non lascerà mai più la figlia “Costi quel che costi». Shoshannah Hensley da giorni aveva visto quel clochard aggirarsi nelle vicinanze dell’autogrill ma mai aveva pensato che fosse suo padre.

L’uomo viveva a pochi metri dall’autogrill ma il destino per 20 anni non aveva fatto mai in modo che i due si incontrassero, domenica sera quell’incredibile momento è arrivato.