breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Google crea lo smartphone intelligente che riconosce il volto e gli oggetti

Google-lavora-allo-smartphone-che-riconosce-volto-e-oggetti

L’intelligenza artificiale in questi ultimi anni sta facendo passi da giganti. Google che ha sempre creduto nell’intelligenza artificiale ha intenzione di creare un cellulare in grado di riconoscere il volto delle persone e gli oggetti.

Allo smartphone intelligente stanno lavorando da mesi gli ingegneri del colosso di Mountain View e che sperano di testare il nuovo dispositivo mobile quanto prima in modo da riuscire a commerciale il cellulare già nel 2016.

I tecnici di Google stanno sviluppando uno smartphone che riconosce il proprietario dal suo volto e che ha un’intelligenza artificiale così sviluppata che fotografa solo l’immagine che vocalmente si indica. I tecnici di Google stanno lavorando al lancio del primo cellulare del colosso di Mountain View, padrone mondiale indiscusso dell’informatica mondiale, cercando di conquistare un’importante fetta di mercato anche nella telefonia mobile per fare concorrenza ad Apple e a Samsung.

I dirigenti di Google hanno deciso di provarci ed entrare prepotentemente nel mondo della telefonia mobile con uno smartphone unico nel suo genere che abbia la capacità di riconoscere il proprietario dal suo volto. In realtà una tecnologia molto simile è già utilizzata da Facebook però negli Stati Uniti d’America dove il popolare social riconosce l’utente da una foto e suggerisce quali amici sono presenti nella stessa immagine e quindi consente di taggarli.

L’applicazione è in uso negli Stati Uniti dove le norme sulla privacy sono meno restrittive rispetto all’Europa. Gli ingeneri di Google, per il primo smartphone altamente tecnologico, sembra che stiano lavorando, secondo quanto riportato dal Wall Street Juornal, con i tecnici di una famosa app Movidius specializzati nel riconoscere le immagini artificialmente e soprattutto nel riuscire ad identificare dal volto il proprietario di un oggetto.

Google già offre ai suoi milioni di utenti una funzione molto simile a quella che installerà nei suoi prossimi cellulari. Il colosso di Mountain View consente con tale applicazione di raggruppare foto e immagini sulla scorta di parole chiavi ( animali o cibo, etc). La funzione che consente di raggruppare le immagini funziona solo esclusivamente con una connessione internet.

La nuova funzione del riconoscimento del volto del proprietario da parte dello smartphone del futuro invece dovrà funzionare anche se il dispositivo mobile non ha alcuna connessione al web e, inoltre, dovrà permettere all’utente di accedere, in tempo reale, a tutte le funzionalità del suo cellulare. Il lancio del cellulare con il riconoscimento del volto dell’utente dovrebbe avvenire, secondo i dirigenti di Google, in tempi brevi.