breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Influenza due milioni gli italiani a letto, boom in Campania e nelle Marche

Influenza-2016-2-milioni-gli-italiani-a-letto-come-difendersi

Le regioni dove l’influenza sta mietendo più “vittime” sono la Campania e le Marche, in altre regioni il numero dei pazienti colpiti è in media con le previsioni, in altre ancora è leggermente sotto le previsioni.

Il tanto temuto picco stagionale sembra però che stia per arrivare e i ricercatori del ministero della salute prevedono che ad esserne colpiti possano essere oltre 2 milioni di italiani. Dall’inizio dell’autunno ad oggi il virus ha colpito molti italiani ma non è stato particolarmente violento come quello dell’anno scorso.

Il tanto temuto picco influenzale è arrivato. Secondo quanto riferito dal ministero della Sanità sono oltre 300 mila le persone che sono state colpite dal virus influenzale nella prima settimana di febbraio.

Dallo scorso novembre ad oggi in totale sono quasi 2 milioni gli italiani che sono state costretti dal virus influenzale a stare a letto. Secondo le stime dei ricercatori del ministero della salute il boom dei contagi si avrà nella prossima settimana poi pian piano il virus influenzale di quest’anno scemerà.

I più colpiti dal virus influenzale sono stati fino ad ora i bambini fino a quattro anni di età che sono stati quasi 11% del totale delle persone che hanno contrato il virus influenzale stagionale. Tra i 5 ei 14 anni il numero dei ragazzini scende al 6,30%, mentre è molto minore il numero delle persone che hanno contratto il virus tra i 15 ei 64 anni.

Le regioni che hanno avuto il numero più alto di contagi, al momento sono, state le Marche e la Campania. Il numero dei contagi previsti è stato superato in quasi tutte le regioni d’Italia tranne in Friuli, in Sicilia, in Calabria e in Puglia dove però, secondo le autorità mediche locali, ci sarà un forte picco già nei prossimi giorni.

Secondo i medici devono prestare molta attenzione al virus influenzale le persone che hanno un’età superiore ai 65 anni che hanno dei gravi problemi respiratori, i bambini con un’età inferiore ai 2 anni e le donne in dolce attesa.

Nelle prossime settimane, secondo i medici del Ministero della Salute, saranno altre due milioni le persone che dovrebbero essere colpite dal virus influenzale.  Secondo i medici esistono però dei piccoli rimedi e regole per tentare di non essere contagiati da questa nuova ondata di influenza.




I medici consigliano sempre di lavarsi spesso le mani, di cercare di alimentarsi con frutta o verdura che contengono vitamina C, come gli agrumi e di non esporsi alle frequenti escursioni termiche tipiche di questo periodo dell’anno. I medici consigliano a tutti coloro che hanno contratto il virus di stare almeno tre giorni a riposo e prima di ritornare a scuola o a lavoro essere sicuri che il virus sia passato.

Il picco del virus influenzale di quest’anno è arrivato in ritardo per le temperature anomale di questo pazzo inverno. In un primo momento gli esperti avevano ipotizzato che il picco stagionale del virus influenzale doveva verificarsi durante le feste natalizie.

Il virus di quest’anno non è particolarmente violento come quello dell’anno scorso che determinò anche il decesso di alcune persone.