breaking-news, Italia

Sophie Marceau, spiegati i motivi del gran rifiuto alla Legione d’Onore

Sophie-Marceau-clamoroso-rifiuto-per-protesta-no-alla-Legione-d-Onore

Una notizia che sta destando molto interesse è quella che Sophie Marceau ha deciso di non ritirare la Legione d’Onore dal governo francese. La famosa attrice non ha mai avuto un grandissimo feeling con il presidente Hollande, al quale non ha mai perdonato il tradimento alla sua ex moglie.

Il motivo che, però, ha provocato il grande rifiuto di Sophie Marceau non è la sua scarsa simpatia con l’attuale presidente delle Repubblica francese ma la forte avversione perché il governo di oltralpe ha insignito, solo qualche giorno fa, della importantissima onorificenza il principe ereditario dell’Arabia Saudita.

In verità la notizia dell’alta onorificenza al principe saudita doveva rimanere segreta, ma ci ha pensato lo stesso governo dell’Arabia Saudita a renderla in pochissime ore di dominio pubblico con un comunicato stampa che è apparso su tutti i giornali della nazione araba.

Il comunicato stampa che è stato reso noto dal governo francese recita quanto segue: “La massima onorificenza della République è stata attribuita a Ben Nayef per i suoi sforzi nella regione e nel mondo nella lotta contro il terrorismo e l’estremismo”.

Sophie Marceau, l’attrice che ha fatto innamorare ed appassionare tutti con il film “Il tempo delle mele”, è stata l’autrice di un gesto che forse resterà nella storia francese. L’attrice ha rifiutato la Legione d’Onore, una delle massime onorificenze della repubblica di oltralpe. La famosissima attrice sembra che abbia rinunciato all’onorificenza perché in disaccordo con la decisione del governo francese di insignire della Legione d’Onore Mohammed Ben Nayef, ministro degli Interni in Arabia Saudita, nonché principe ereditario.

 Sophie Marceau ha anche motivato il suo no con una lunga nota pubblicata su Twitter con il titolo “Ecco perché ho rifiutato la Legion d’Onore”.  La famosa attrice ha pubblicato uno stralcio di un articolo, apparso solo pochi giorni, fa nel quale solo in poco più di due mesi, dagli inizi del 2016, in Arabia Saudita sono state 70 le esecuzioni capitali.

Sophie Marceau è rimasta profondamente indignata dai fasti e gli onori che il governo francese ha riservato a Mohammed Ben Nayef, durante la consegna della Legione d’Onore. Il governo francese ha reso noto che la decisione di insignire della più alta onorificenza francese il principe saudita è stata presa “per i suoi sforzi nella regione e nel mondo nella lotta contro il terrorismo e l’estremismo”.

La stampa francese però ha, in questi giorni pubblicato, diversi articoli sugli accordi commerciali tra l’attuale governo francese e quello dell’Arabia Saudita. In particolare in questi ultimi anni la Francia ha venduto all’Arabia Saudita diversi aerei militari.

La vendita dei caccia alla Francia ha portato un notevole ritorno economico. Inoltre, fonti vicine al presidente Hollande hanno ricordato che lo stesso presidente francese solo qualche mese fa è stato insignito in Arabia Saudita del “decorato con l’ordine supremo del Regno» durante una visita a Riad”.

Sulla polemica sorta per la consegna della Legione d’Onore al principe ereditario saudita è intervenuto anche il ministro degli esteri francese, Jean-Marc Ayrault il quale ha dichiarato che: “Si tratta solo di una tradizione diplomatica, potrei citarvene tante altre. Non c’era nulla di solenne, ma «capisco le reazioni negative”.

L’onorificenza della Legione d’Onore esiste in Francia dai tempi di Napoleone Bonaparte. Sono in poche le personalità che hanno rinunciato all’importantissima onorificenza, tra le quali spicca anche il nome di un’altra grandissima attrice francese, Brigitte Bardot.