breaking-news, Italia

Borse di studio studenti universitari ecco le nuove più alte soglie Isee e Ispe

Borse-di-studio-studenti-universitari-ecco-le-nuove-più-alte-soglie-Isee-e-Ispe

Una dichiarazione della titolare del ministero della pubblica istruzione, Stefania Giannini, ha reso noto che, dopo tante proteste da parte degli studenti, il governo ha deciso di alzare le soglie dell’Isee per poter ricevere le tanto ambite, soprattutto in questo periodo, borse universitarie.

La Giannini ha reso noto di aver firmato il decreto con il quale si adeguano le soglie dell’Isee. Le associazioni di studenti universitari avevano protestato contro la nuova normativa sull’Isee che aveva determinato una riduzione delle assegnazioni delle borse universitarie del 20%. La stessa Stefania Giannini ha dichiarato alla stampa la novità della firma del decreto che fissa le nuove soglie di Isee e Ispe: “Sono state rivisitate le soglie Isee e Ispe nel decreto firmato ieri sera. Le nuove soglie sono rispettivamente 23mila e 50mila euro”.

Il ministro dell’Istruzione ha anche riferito che con la firma del decreto il governo intende recuperare: “Quasi tutto il calo di borse di studio, che si attestava al 21%”.

Gli studenti avevano a lungo protestato contro la decisione del governo della riforma dell’Isee e dell’Ispe che determinava la rinuncia, per impossibilità economiche, allo studio di numerosi studenti.

I rapporti tra governo e studenti erano diventati ancora più tesi dopo che il ministro dell’istruzione non aveva ancora provveduto ad emanare il decreto con le nuove soglie dell’Isee e dell’Ispe per fare in modo che tanti studenti potessero usufruire delle borse universitarie.

Alberto Campailla, rappresentante dell’associazione studentessa LINK, ha così commentato l’emanazione del decreto: “È un importante vittoria degli studenti che quest’anno si sono mobilitati in tutti gli atenei d’Italia . Il decreto è arrivato in ritardo ma questa volta ha accolto le istanze degli studenti esclusi, che l’anno prossimo potranno nuovamente rientrare al di sotto delle soglie previste per accedere alla borsa di studio. Il ritardo però lo abbiamo pagato caro da molti studenti quest’anno hanno avuto serie difficoltà”.

Il ministro dell’istruzione Giannini ha così spiegato come si è arrivati all’emanazione del nuovo decreto legge: “La rivisitazione delle soglie Isee e Ispe è un tema caldo e importante. Sono d’accordo con quella parte degli studenti che costruttivamente dice che c’è stata una penalizzazione forte nell’applicazione di certi parametri Ispe: li abbiamo rivisitati venendo incontro alle loro richieste e facendo con il ministero del Lavoro la valutazione di quanto si recupera e di quanto si rimanga in un quadro di equità e di diagnosi di evasione fiscale. Il Consiglio nazionale studenti universitari aveva dato alcune proposte, grossomodo paragonabili: aveva chiesto un po’ più alta la soglia dell’Ispe è un po’ più bassa quella dell’Isee. Abbiamo tenuto la soglia Ispe a 50 mila e non a 55 mila perché altrimenti si creava una difficoltà tecnica con il Ministero del Lavoro e comunque se non si arriverà a 21% si arriverà a un recupero di borse di studio del 20%”.