breaking-news, Italia

Thailandia choc famiglia britannica massacrata da calci e pugni per strada

Thailandia-choc-famiglia-britannica-massacrata-da-calci-e-pugni-per-strada

In Thailandia e nel mondo sta facendo ancora molto discutere la brutale aggressione di una famiglia britannica da parte di un gruppo di malviventi thailandesi. Il video dell’aggressione che è stato ripreso dalle telecamere di un locale che si trovava vicino al luogo del brutale evento è diventato subito virale.

L’aggressione è avvenuta lo scorso 13 aprile e solo da qualche giorno è stata resa nota dalle forze di polizia thailandesi. Gli uomini delle forze dell’ordine hanno arrestato tre malviventi e sono alla ricerca di un quarto uomo.

Una famiglia proveniente dal Regno Unito ed in vacanza in Thailandia è stata massacrata di botte per strada da un gruppo di persone in preda ai fumi dell’alcol. Il terribile evento è avvenuto sedici giorni fa, lo scorso 13 aprile.

Gli investigatori thailandesi sono riusciti, secondo le ultime notizie che pervengono dallo stato asiatico, a fermare tre responsabili dell’aggressione. Le tre persone sono state individuate grazie ad alcune telecamere presenti nel luogo dove era avvenuta l’aggressione.

Ad essere stati aggrediti dalla furia della banda in preda all’alcol sono stati due pensionati Rose e Lewis Owen rispettivamente di 65 e 68 anni residenti a Cardiff che avevano deciso di recarsi in Thailandia per andare a trovare il figlio Lewis che ha 43 anni che da tempo si è trasferito nel paese asiatico.

L’aggressione è avvenuta nella città turistica di Hau Hin dove erano in corso i festeggiamenti per il capodanno thailandese.

Il terribile evento si è verificato per una involontaria spinta del figlio della coppia di pensionati ad uno della banda. La spinta ha causato la caduta del bicchiere della birra del malvivente. Subito dopo l’accidentale caduta del bicchiere di birra sono iniziate le urla ed i spintoni. Lewis, il figlio 43 anni della coppia dei pensionati, è stato scaraventato a terra ed ha sbattuto la testa al gradino del marciapiede.

Subito dopo lo spintone i genitori di Lewis sono intervenuti con l’intendo di placare l’animi. I due genitori e il figlio sono stati circondati da un gruppo di malviventi e picchiati selvaggiamente.

I due uomini sono stati colpiti da calci e pugni. La donna prima è stata colpita da un pugno in faccia ed una volta caduta è stata colpita da un calcio in pieno viso.

Un ragazzo che aveva assistito alla scena ha cercando di sedare l’animi ma è stato picchiato da uno dei componenti del gruppo di aggressori.

Le quattro persone sono state lasciate sanguinanti a terra dal gruppo di aggressori. I soccorsi sono arrivati solo quando l’aggressione era terminata e la banda si era allontanata.

Il colonnello delle forze dell’ordini locali Chaiyakorn Sriladecho, durante una concitata conferenza stampa ha spiegato l’accaduto.

Il colonello ha detto che il figlio della coppia ha riportato delle ferite al capo, il padre invece ha riportato una profonda ferita alla fronte che è stata suturata con otto punti, la donna invece ha riportato ferite al mento e alla faccia e da quanto risulta è l’unica che è ancora ricoverata presso una struttura ospedaliera thailandese.

La polizia è riuscita a rintracciare quattro appartenenti alla banda che ha aggredito i due pensioni e suo figlio.

Le persone fermate sono Yingyai Kwangkum-in, 32 anni, Supatra Baithong, 32, Siva Yoksri, 20 e Chaiya Jaiboon, 20.

I primi e tre malviventi individuati sono stati arrestati. Mentre Chaiya Jaiboon non è stato ancora rintracciato dalla polizia locale.

Il colonnello Chaiyakorn Sriladecho ha rilasciato sull’accaduto le seguenti dichiarazioni: “Gli autori dell’attacco hanno detto di essere ubriachi.  Hanno chiesto scusa alla famiglia”. La famiglia presto ritornerà in Gran Bretagna.