breaking-news, Italia

I Consiglieri comunali Melchiorre (Fdi -An) e Carrieri (Ic) contro il primo cittadino ” le case chiuse sono state riaperte nel silenzio assordante del Sindaco Decaro”

I Consiglieri comunali Melchiorre (Fdi -An) e Carrieri (Ic) contro il primo cittadino " le case chiuse sono state riaperte nel silenzio assordante del Sindaco Decaro”

Un fenomeno oramai dilagante che interessa vari quartieri di Bari quello della prostituzione. Già, in precedenza, i consiglieri di opposizione Filippo Melchiorre di Fdi-An e Giuseppe Carrieri di Impegno Civile avevano chiesto un pronto intervento dell’amministrazione Decaro.

I due consiglieri, da sempre molto attenti ai problemi della cittadinanza barese, avevano già dato una soluzione al sindaco Decaro, multare i “clienti” delle prostitute in modo da scoraggiarli.

Soluzione non ascoltata dal primo cittadino di Bari.

I consiglieri comunali Filippo Melchiorre e Giuseppe Carrieri, però, non demordono e ieri mattina hanno effettuato un nuovo sopralluogo nel litorale a sud della città.

Subito dopo il sopralluogo i consiglieri comunali hanno rilasciato il seguente comunicato stampa: “Nonostante il blitz di qualche ora fa da parte delle forze dell’ordine (che ringraziamo), le cosiddette case chiuse sono state  riaperte e le ragazze di nazionalità diversa continuano a prostituirsi liberamente.
Oltre al litorale di San Giorgio, la prostituzione stradale ormai imperversa nella zona della stadio San Nicola, Stadio della Vittoria, san Girolamo, statale 16 nei pressi di Torre a Mare, zona Sant’Anna e Stanic.
Diversi giorni fa, abbiamo presentato in Consiglio Comunale e al Sindaco una bozza di ordinanza sindacale (già pronta e solo da firmare..) per combattere e contrastare un fenomeno sicuramente complesso; peraltro mutuando gli esempi di altre città.
Il Sindaco non ha -come spesso fa- risposto alle nostre sollecitazioni, cosi’ non affrontando il tema importante della prostituzione  e della tratta delle ragazze, e quindi non ripristinando -almeno su tale tematica- la legalità. Ancora una volta ha perso un’occasione per migliorare la qualità della vita e la sicurezza urbana dei baresi nonchè per ripristinare le minime condizioni del pubblico decoro. Continueremo a incalzarlo per far rispettare -non a corrente alternata- la legalità nella nostra Città”.