Bari & Dintorni

Mamma e papà seduti per terra acconto al corpo del loro bambino di 11 anni travolto e ucciso da un’auto che andava a folle velocità

Una scena agghiacciante quella che hanno assisto nel tardo pomeriggio di ieri sera gli abitanti di Ferrada un piccolo paesino in Liguria.

Un bambino di soli 11 anni, Alì El Haddachi, nato e cresciuto a Ferrada è stato travolto e ucciso da un’auto.

I genitori, in attesa dell’arrivo dei soccorritori, si sono seduti per terra accanto al loro bambino. L’incidente è avvenuto in via Cristoforo Colombo. Una Toyota Avensis guidata da un ex fotografo in compagnia con la moglie ha travolto e ucciso il povero Alì.

Dopo qualche minuto dall’incidente sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 che hanno fatto di tutto per rianimare il povero bambino che è deceduto subito dopo.

Un testimone che ha assistito all’incidente ha riferito alle forze dell’ordine che “L’auto andava a folle velocità ”.

Il conducente è ora indagato e dovrà rispondere di omicidio colposo.

Alì era il figlio più piccolo della coppia di genitori marocchini che erano conosciuti e ben voluti da tutti.

Una madre di una amica di scuola di Alì ricorda così il povero bambino: «Era bravissimo, hanno fatto la pizzata più o meno 15 giorni fa. Mia figlia lo aveva incontrato ancora l’altro giorno perché qui ci conosciamo tutti. È terribile».