Bari & Dintorni

Violentata e uccisa da una banda di ragazzini, i resti della 28 enne ritrovata in un bosco mangiati dagli animali

Una fine atroce quella di una giovane mamma di due figli. Anastasia Orlova aveva 28 anni viveva in una piccola città della Russia e quel maledetto giorno stava tornando da lavoro quando si è trovata di fronte a una baby gang.

Ragazzi tra i 14 e 16 anni che l’hanno prima violentata e poi uccisa. La donna subito dopo essere stata uccisa è stata fatta a pezzi abbandonati in una foresta.

Nella foresta gli animali selvaggi hanno divorato i resti della povera donna. A dare l’allarme della scomparsa della donna è stato Alezander suo marito.

Sono iniziate le ricerche e dopo giorni le forze dell’ordine sono riusciti a ritrovare dei resti umani. Tramite gli esami del DNA sono risaliti a Anastasia Orlova.

In pochissime ore gli investigatori sono riusciti a individuare i componenti della banda assassina. I ragazzi hanno confessato e hanno detto di aver ucciso e fatto a pezzi la donna per paura che confessasse la violenza.