breaking-news, Italia

Riforma Pensioni Poletti 2014: ultime notizie referendum abrogazione Fornero, prepensionamento Quota 96 e Precoci

Riforma-Pensioni-Poletti-2014-ultime-notizie-referendum-abrogazione-Fornero-prepensionamento-Quota-96-e-Precoci

Dal Nord al Sud l’appello del segretario della Lega Nord Savini, di firmare per il referendum contro l’abrogazione della tanto contestata riforma pensionistica attualmente in vigore, sta raccogliendo molti proseliti.

Per fare in modo che la proposta della Lega Nord ,del referendum che ha come scopo l’abrogazione della legge Fornero, raggiunga il quorum necessario, chi è interessato, potrà apporre  la propria firma nei municipi di tutte le città italiane o presso i gazebo appositamente allestiti nel tour organizzato dalla lega in tutta Italia.

Per maggiori informazioni  su come e dove firmare è possibile consultare il sito allestito dalla Lega www.vieniafirmare.org  o al numero verde appositamente allestito 02 66.234.234.

Smaltite le fatiche delle elezioni europee si ritorna a lavorare in parlamento.

Anche l’esecutivo Renzi si appresta a varare la riforma della pubblica amministrazione che sarà presentata il prossimo 13 giugno.

L’idea più gettonata per diminuire il numero esorbitante di esuberi presenti nella P.A. è di far ricorso in modo massiccio al prepensionamento.


Anche per i lavoratori privati l’intenzione del ministro del welfare Giuliano Poletti è quella di ricorrere, soprattutto per determinate categorie, alla pensione anticipata.

Prepensionamento che il ministro del lavoro vorrebbe predisporre per tutti i lavoratori che hanno superato i 60 anni di età ed hanno già raggiunto il massimo dei contributi pensionistici in modo finalmente da salvaguardare la categoria degli esodati rimasti dal giorno dell’entrata in vigore delle legge Fornero senza nessun tipo di sostentamento né pensionistico, né lavorativo.

Ad usufruire del prepensionamento in via di definizione del ministro Poletti potrebbero essere anche le categorie svantaggiare dalla riforma Fornero del comparto scuola Quota 96 e dei lavoratori precoci.