Bari & Dintorni

Diciasettenne ha forti dolori alle mani, i medici diagnosticano l’artrite, muore dopo qualche mese, era un tumore

Una ragazza di soli 17 anni è morta a causa di una diagnosi sbagliata.

La giovane aveva dolori fortissimi alle dita ma i medici le avevano diagnosticato un’artrite.

E lei ha curato quei sintomi come artrite ma successivamente quando la situazione è precipitata e lo stato generale è diventato insostenibile è arrivata la diagnosi corretta, tumore molto aggressivo al midollo spinale.

La vicenda è avvenuta a Glasgow in Scozia.

Purtroppo la diagnosi corretta è stata fatta troppo tardi perché se i medici avessero capito fin da subito di cosa si trattava probabilmente la ragazza si sarebbe salvata.

Il progredire del male ha spinto la famiglia della ragazza a cambiare specialista e quando oltre al dolore alle dita e al successivo intorpidimento ha perso l’uso delle gambe, la ragazza ha ricevuto la diagnosi corretta. Purtroppo erano già decorsi 5 mesi dai primi sintomi e la malattia era andata troppo oltre.

Per la povera 17enne non c’è stato nulla da fare e non ha potuto neppure iniziare la terapia corretta perchè è sopravvenuta la morte.