Bari & Dintorni

Un umile insegnate dedica 45 anni della sua vita alla scuola, solo dopo la morte si scopre qual’era la sua reale identità

Una donna che di mestiere ha fatto per 45 anni l’insegnante di sostegno ha custodito per tutta la vita un grandissimo segreto.

Solo dopo la sua morte si è scoperto che Genevieve Via Cava era una donna molto facoltosa. La donna era sempre stata una persona umile tanto da usare i coupon per acquistare le provviste alimentari.

I vicini pensavano che fosse una persone che riusciva a stento ad arrivare a fine mese. Ma subito dopo la sua morte molti rimasero scioccati.

La donna non avendo parenti, decise di lasciare la sua splendida casa a un suo amico di nome Richard. Ma quello che fece capire a tutti che fosse una donna ricca successe qualche giorno dopo la sua morte, quando a scuola arrivò un assegno da un milione di dollari destinato a tutti i studenti bisognosi che non riuscivano a comprare i libri perché appartenenti a famiglie disagiate.

Il preside della scuola rimase scioccato e decise di istituire borse di studio a nome della donna. Le borse di studio, come da desiderio dell’ex insegnante, erano destinate a tutti i bambini bisognosi che frequentavano l’istituto.