Bari & Dintorni

Ventunenne passa il tempo a farsi i selfie e non da mangiare e da bere al suo bambino, quello che accade è sconvolgente

Una ragazza di 21 anni, Brittany Marie Wiest che viveva a Smyrna, nel Tennessee, passava le sue giornate a farsi i selfie perché il suo sogno era diventare una modella.

La ragazza era mamma di tre bambini tutti avuti da padri diversi e tutti piccolissimi L’ultimo aveva solo 59 giorni e si chiamava Anakin Leroy-Michael .

La ragazza anche con lui, come con gli altri suoi bambini, non si preoccupava di dargli da mangiare e da bere perchè era completamente presa dalla sua voglia di diventare una modella e concentrava tutte le sue attenzioni su se stessa.

Una mattina la mamma ha provato a svegliare il suo bambino ma il bambino non si è più svegliato ed è morto così: per disidratazione e denutrizione come hanno accertato in seguito i medici che hanno visitato il povero bambino.

Il bambino, nonostante avesse 59 giorni di vita, pesava meno di quando era nato.

 Il detective Rick Hall ha così dichiarato: “La madre mi ha raccontato che non aveva idea di cosa potesse essergli capitato, perché il bambino fosse morto”.

La ragazza, che era anche alla 24esima settimana di gravidanza, è stata arrestata.

I reati di cui è accusata sono: abbandono, abuso aggravato di minore e omicidio.