Bari & Dintorni

India, genitori decidono di sacrificare la figlia di 4 anni a una divinità per diventare ricchi

Una notizia assurda quella che ci apprestiamo a raccontare avvenuta qualche anno fa ma che dimostra in che stato di arretratezza vivono ancora alcune popolazioni indiane.

In un villaggio molto povero dell’India settentrionale, l’Uttar Pradesh, due giovani genitori hanno deciso di sacrificare la figlia di soli 4 anni per diventare più ricchi.

Il villaggio dove è avvenuto il terribile sacrificio si chiama Uttar Pradesh e la piccola è stata sacrificata a una divinità locale.

A scoprire il macabro rituale è stata la polizia locale che ha ritrovato il corpo della piccola senza vita circondato da fiori e da candele profumate, usate per il rito religioso.

Nel nord dell’India il sacrificio umano è un triste fenomeno ancora molto presente. La piccola, secondo il racconto delle forze dell’ordine, presentava sul corpo ferite da oggetti appuntiti.

La bimba è morta lentamente dopo aver provato atroci sofferenze.

Il sacrificio della piccola ai genitori è stato suggerito da un santone del paese. I genitori sono fuggiti dal villaggio ma dopo qualche giorno rintracciati e arrestati dalla polizia.