Bari & Dintorni

Una fotografa svolge un lavoro sui senza tetto e la sua vita viene sconvolta da ciò che le accade

Una donna, Diana Kim, è una fotografa ad Honolulu, alle Hawaii, e un giorno ha deciso di fare un lavoro sui senza tetto documentando, con gli scatti fotografici, la loro vita.

Durante uno dei giorni trascorsi per  strada ad immortalare i senza tetto, ha trovato suo padre del quale non aveva più notizie da tantissimo tempo che, ormai affetto da una grave schizofrenia, non l’ha riconosciuta neppure.

La donna non si è data per vinta ed è andata a trovarlo e a parlargli anche ne giorni successivi ma l’uomo non le dava l’impressione di accorgersi della sua presenza.

Un giorno un amico che la ha detto che il padre aveva avuto un attacco di cuore e che era stato ricoverato in ospedale. Lei è andata a trovarlo e hanno parlato un po’ perché l’uomo, curato dai sanitari, aveva ritrovato un pò di lucidità.

Dopo un po’ di tempo la donna ha ricevuto una telefonata dal padre che le chiedeva di prendersi un caffè. La donna così racconta quel’incontro: “Non appena ho parcheggiato, ho visto la figura di mio padre e il mio cuore quasi si fermò. Aveva un spetto migliore di quanto mi aspettassi, e molto diverso dall’ultima immagine che avevo di lui in ospedale … Ci siamo abbracciati credo per un paio di minuti.”

La donna ha continuato il racconto spiegando che ora il padre sta meglio:  “È molto orgoglioso del fatto che ha superato tali incredibili avversità … Ha degli obiettivi, ha speranza, e ha la volontà di riuscire,”.

“Finché siamo vivi in questo mondo, ogni giorno è un’occasione per afferrare quella ‘seconda possibilità’. Non esiste fallimento se non si rinuncia, e lui non ha mai rinunciato. E io non ho rinunciato a lui”.