Bari & Dintorni

Giovane rap muore subito dopo essersi fatto un tatuaggio satanico denominato estrema unzione

Un aspirante rap di soli 28 anni è morto subito dopo essersi fatto un tatuaggio satanico. La morte del giovane è avvenuta in un negozio di Brooklyn a New York.

Il rap aveva appena finito di farsi incidere al braccio un tatuaggio satanico denominato “estrema unzione” quando ha iniziato a sentirsi male.

Credendo che il malore fosse dovuto dalla fame, si è alzato e ha tentato di mangiare qualcosa ma è caduto rovinosamente battendo violentemente il capo al bancone del negozio.

Il ragazzo, nel cadere, si è schiantato contro una vetrina. Un vetro gli ha trapassato la gola provocandogli la morte immediata.

Il ragazzo è morto dissanguato. Il giovane rap era anche un modello molto conosciuto nel suo quartiere.  Il rap era seduto a una poltrone e subito dopo che il tatuaggio era stato finito ha iniziato a sentirsi male.

I genitori del ragazzo hanno poi riferito alle forze dell’ordine che spesso sveniva e che non aveva abbastanza soldi per farsi un controllo più approfondito sulla sua salute.