breaking-news, Italia, Salute & Benessere

I bambini che subisco violenze sono a rischio di gravi patologie

I-bambini-che-subisco-violenze-e-abusi-hanno-una-vita-più-breve

A Palermo si è tenuto il prestigioso Congresso di  Pediatria che arrivato alla settantesima edizione dove si sono riuniti tutti i maggiori luminari del mondo.

Il dato più significato e in un certo senso il più doloroso è stato che i bambini che purtroppo hanno subito in tenera età violenze o maltrattamenti sono più soggetti a malattie nervose, cardiologiche ed a patologie tumorali.

Tutto quello che è scaturito dal convegno di Palermo era facilmente intuibile anche per chi medico non lo è ma sapere  da fonti così autorevoli che i maltrattamenti ricevuti nell’età infantile si ripercuotono non solo per sempre nella psicosi di una persona, caratterizzandone carattere e modo di comportarsi ma anche a livello ancora più preoccupante della salute rattristisce  molto.

Il bambino che ha subito maltrattamenti in molti casi vede la sua vita accorciarsi in modo significativo ed il tutto è riscontrabile dal DNA del fanciullo ed in particolare dai Telomeri.

I Telomeri che sono come dei veri misuratori di tempo che ad un certo punto della vita possono ridurre la produzione delle cellule e la durata della loro vita.

Il Telemeri quando ferma il tempo determina la morte della cellula.

Sicuramente dopo questi dati così allarmanti e preoccupanti serve maggiore prevenzione e controllo delle forze dell’ordine ed impegno di ogni singolo cittadino che quando ha un minimo sentore che un minore è a rischio deve assolutamente avvisare gli organi competenti.

I bambini che subisco violenze e abusi hanno una vita più corta

A Palermo si è tenuto il prestigioso Congresso di  Pediatria che arrivato alla settantesima edizione dove si sono riuniti tutti i maggiori luminari del mondo.

Il dato più significato e in un certo senso il più doloroso è stato che i bambini che purtroppo hanno subito in tenera età violenze o maltrattamenti sono più soggetti al malattie nervose, cardiologiche ed a patologie tumorali.

Tutto quello che è scaturito dal convegno di Palermo era facilmente intuibile anche per chi medico non lo è ma sapere  da fonti così autorevoli che i maltrattamenti ricevuti nell’età infantile si ripercuotono non solo per sempre nella psicosi di una persona, caratterizzandone carattere e modo di comportarsi ma anche a livello ancora più preoccupante della salute rattristisce  molto.

Il bambino che ha subito maltrattamenti in molti casi vede la sua vita accorciarsi in modo significativo ed il tutto è riscontrabile dal DNA del fanciullo ed in particolare dai Telomeri.

I Telomeri che sono come dei veri misuratori di tempo che ad un certo punto della vita possono ridurre la produzione delle cellule e la durata della loro vita.

Il Telemeri quando stoppa il tempo determina la morte della cellula.

Sicuramente dopo questi dati così allarmanti e preoccupanti serve maggiore prevenzione e controllo delle forze dell’ordine ed impegno di ogni singolo cittadino che quando ha un minimo sentore che un minore è a rischio deve assolutamente avvisare gli organi competenti.