Bari & Dintorni

Dodici anni di coma, per i medici non c’è nessuna possibilità, ma il padre non vuole staccare la spina, si risveglia è dice di aver vissuto con gli angeli

Una storia incredibile e molto toccante quella di Miguel Parrondo un uomo che deve dire grazie alla caparbietà del padre se ora a 62 anni vive ancora.

L’uomo ha raccontato la sua esperienza pazzesca al sito ForumLibertas. Nell’intervista.

L’uomo era dato per clinicamente morto e i medici avevano intenzione di staccare la spina, ma il padre, dermatologo dell’ospedale, si è sempre opposto.

L’uomo aveva 32 anni quando entrò in coma subito dopo un terribile incidente e ha raccontato di essersi risvegliato all’improvviso e  di aver fatto subito il nome della figlia. Accanto al suo letto c’era il padre, la madre e la figlia.

Fu proprio il padre il primo a rispondergli dicendo quale fosse la sua identità. L’uomo ha raccontato che si ricorda di aver vissuto per quei lunghi 12 anni con gli angeli e di aver avuto sempre provato un senso di pace.

Al suo risveglio l’uomo ha spiegato:  “Non capivo nulla. Aprii gli occhi e davanti a me c’erano mia madre e mia figlia. Guardai mia figlia e le chiesi se era Almudena, perché mi ricordavo di avere una figlia con quel nome».

La bambina rispose subito di si.

Miguel raccontò l’incontro con sua figlia:  : “Fu come addormentarsi e svegliarsi il giorno dopo. Vedendo mia figlia mi emozionai. Con lei ho recuperato il tempo perduto e ora sono nonno. È come se avessi 12 anni, perché sono nato due volte”.

Miguel concluse la sua intervista dicendo che: “Non si deve perdere mai la fede”.