Ultimi sondaggi elettorali Emilia Romagna, il centrodestra in vantaggio ma la partita tra Bonaccini e la Borgonzoni è apertissima

0
983

Una spallata al governo questo è quello che vuole che si avveri Matteo Salvini il prossimo 26 gennaio. Dopo il trionfo del centrodestra in Umbria che ha decretato la  fine dell’egemonia, che durava da 50 anni del PD in quella regione, i fari sono tutti puntati sulle regionali in Emilia Romagna.

Una possibile vittoria del centrodestra potrebbe dare la spallata definitiva al governo giallorosso e decretare la fine del Conte bis.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni sanno che la partita in Emilia è decisiva e affilano le armi per una loro presenza sempre più massiccia durante questi tre mesi di campagna elettorale.

Il centrodestra è in vantaggio sul centrosinistra. Secondo gli ultimi sondaggi il divario dovrebbe aggirarsi tra i 5 e i 7 punti percentuali.

Ma diversa è la preferenza degli emiliani su i due candidati alla presidenza della regione, Stefano Bonaccini, attuale governatore del Pd, ha un gradimento personale che sfiora il 50% e si attesta al 48%. Molto più basso è il gradimento della candidata del centrodestra Lucia Borgonzoni che si ferma al 34%.

Inoltre Bonaccini avrà l’appoggio di Matteo Renzi, che schiererà i suoi uomini di peso in Emilia nella lista del Presidente e inoltre può contare sulla sicura campagna elettorale in suo favore di 200 sindaci dell’Emilia Romagna, tra i quali il sindaco di Bologna Virginio Merola.

Senza contare che il M5S non ha ancora deciso con chi schierarsi. Lucia Borgonzoni invece potrà indubbiamente contare sulla voglia di rivincita di Matteo Salvini che sta predisponendo un tour in Emilia Romagna che toccherà tantissime città come è avvenuto in Umbria.